Azienda Agricola Massimo Patriarca


Vai ai contenuti

scheda tecnica

ricette > tarassaco

Tarassaco o... dente di leone o soffione
notizie tratte da
http://www.my-personaltrainer.it/erboristeria/tarassaco.html
http://www.termedisassetta.it/blog-spa-e-wellness/tarassaco-piante-officinali-depurante-drenante
http://www.erbeincucina.it/ingredientedet.aspx?ing=tarassaco
http://www.growtheplanet.com/it/blog/impara/articolo/412/come-raccogliere-coltivare-e-cucinare-il-tarassaco


Nome scientifico: Taraxacum officinale

Famiglia: Asteraceae (Compositae)

Il suo habitat: Il tarassaco è diffuso in tutta Italia dalle zone pianeggianti fino alla quota di 2000 metri. Si trova nei prati, negli incolti, lungo i sentieri e ai bordi delle strade dei canali d’irrigazione.

Come riconoscerlo: É una pianta erbacea di altezza compresa tra 3 e 9 cm, con radice a fittone da cui partono le foglie che formano a livello del suolo una rosetta. La foglia lunga e lanceolata ha un margine dentato (da cui il nome di dente di leone). Il fusto porta all’apice una infiorescenza giallo-dorata detta Capolino. Il Capolino, come tutti quelli della famiglia
delle asteraceae, è costituito da un insieme di fiori che all’esterno assumono una forma che li porta ad essere scambiati per petali. La fioritura avviene nel periodo compreso tra marzo e novembre. Da ogni fiore si sviluppa un frutto secco (achenio) munito di pappo (pelo bianco che funge da paracadute). L’insieme dei pappi crea quella caratteristica palla che volgarmente si chiama “soffione”.

Cosa si utilizza : Del tarassaco si utilizzano le foglie, i fiori e le radici sia in insalate sia per produrre tisane o estratti. L’uso dei fiori è soprattutto limitato alla cucina: può essere aggiunto in insalate miste o, quando è ancora in bocciolo, fritto.
Le foglie, dal sapore amarognolo, sono utilizzate in insalate crude e cotte, in minestre, ma rivestono un notevole interesse per la preparazione di tisane ed estratti a funzione depurativa.
La radice è utilizzata quasi esclusivamente in erboristeria per tisane, decotti ed estratti.

tarassaco

Utilizzo salutistico
Considerando la sua azione sull’apparato digerente e sull’apparato emuntorio, il tarassaco può essere utilizzato come depurante, drenante, digestivo, colecistocinetico, coleretico. Ha una spiccata capacità di facilitare ed incrementare la produzione e la secrezione di bile.
Può essere utilizzato in tisane depuranti e anti-cellulite.
Si consiglia, comunque, sempre di consigliarsi con il proprio medico curante circa l'opportunità, le modalità e la tempistica di assunzione.


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu